Enogastronomia a Matera

La cultura dell’enogastronomia a Matera è fortemente legata e caratterizzata da quelle che sono le attività tradizionali dei suoi abitanti, e soprattutto, dagli agricoltori e dai pastori.

Legati alla pastorizia vi sono i formaggi, che comprendono i deliziosi latticini, il pecorino, il caciocavallo, ed i salumi.

La tradizione culinaria locale include la pasta fresca, i legumi freschi e secchi, i taralli, il vino primitivo, le olive nere e l’olio extravergine d’oliva.

I primi piatti hanno una costante nella pasta a semola di grano duro preparata in casa e accompagnata da vari e prelibati ingredienti: dai croccanti peperoni cruschi associati al cacio ricotta, ai legumi, quindi ai sughi decisi preparati con carne, funghi o peperoni.

Non sono da meno formaggi e carni proposte in diverse varianti. Piatto tipico della cultura materana è anche la “Ciallèdd”, un tempo povero, oggi pasto ricercato e molto apprezzato, a base di pane raffermo condito con patate, cipolla, erbette della Murgia e rape.

Da provare anche la “Crapiata”, pietanza a base di legumi locali. Ogni piatto, è accompagnato dal delizioso Pane di Matera. Difficile resistere al sapore e alla fragranza di questo prodotto di semola di grano duro proposto nelle forme a cornetto o pane alto, che rimanda alla conformazione del paesaggio della Murgia materana, è vero simbolo gastronomico della città, spesso è ingrediente indispensabile anche nella preparazione di piatti tipici.